Promemoria
The London Collection, presentata nel 2016, è frutto della collaborazione con David Collins Studio | Promemoria

The London Collection

2016
  • "The London Collection" è frutto della collaborazione con David Collins Studio e con questa collezione continua il dialogo creativo espresso inizialmente con la Capsule Collection, presentata in occasione del Salone del Mobile nel 2013 e disegnata da David Collins. "The London Collection" è il risultato della passione per i materiali esclusivi e della costante attenzione al dettaglio che caratterizzano sia Promemoria, sia David Collins Studio.

  • Oggetti del benvenuto

    Ogni pezzo della collezione prende il nome da uno degli eleganti garden squares situati nelle zone centrali più esclusive di Londra che stavano tanto a cuore a David Collins. La sedia Bramham, ad esempio, prende il nome dai Bramham Gardens, dove risiedeva David.

    Tra gli altri pezzi notevoli della collezione troviamo il curvilineo divano “love seat” Grosvenor e il tavolo Cadogan, quest’ultimo disponibile con il top in tre differenti finiture: rovere tinto blu spazzolato oro, rovere foglia oro o marmo brasiliano nero d’Agata.

  • Sedia Bramham che appartiene a The London Collection, frutto della collaborazione con il David Collins Studio, presentata nel 2016 | Promemoria
  • The London Collection, presentata nel 2016, è frutto della collaborazione con David Collins Studio | Promemoria
  • "The London Collection" secondo David Collins

    "Ero elettrizzato quando Romeo Sozzi mi ha chiesto di collaborare con lui a questo progetto. Non solo perché sono stato un estimatore di Promemoria per molti anni, ma soprattutto per l'opportunità di lavorare con artigiani di tale qualità e integrità, che padroneggiano con maestria abilità che sono vive solo in Italia. Sono molto onorato ed entusiasta dei risultati."

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più. Inoltre, abbiamo aggiornato l’Informativa sulla privacy per adeguarla alle modifiche della legge di protezione dei dati.